Laureati e lavoro, gli sbocchi professionali nelle imprese: pubblicato il report 2020 del Sistema Informativo Excelsior. Focus sui Biologi

Laureati e lavoro: gli sbocchi professionali nelle imprese” durante l’annus horribilis della pandemia. Pubblicato il dossier 2020 del Sistema Informativo Excelsior – realizzato da Unioncamere in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) – dal 1997 tra le maggiori fonti disponibili in Italia sui temi del mercato del lavoro e della formazione. Il report figura tra le indagini ufficiali con obbligo di risposta previste dal Programma Statistico Nazionale.

UNA CONOSCENZA AGGIORNATA ED AFFIDABILE
Tutti i dati raccolti forniscono una conoscenza aggiornata, sistematica ed affidabile della consistenza e della distribuzione territoriale, dimensionale e per attività economica della domanda di lavoro espressa dalle imprese, nonché delle principali caratteristiche delle figure professionali richieste (livello di istruzione, età, esperienza, difficoltà di reperimento, necessità di ulteriore formazione, competenze, ecc.).

I MEDOTI DI RILEVAZIONE
La rilevazione viene realizzata mensilmente adottando prioritariamente la tecnica CAWI(Computer Assisted Web Interviewing). I dati campionari sono opportunamente integrati in uno specifico modello previsionale che valorizza, in serie storica, i dati desunti da fonti amministrative sull’occupazione (EMENS – INPS) e collegati al Registro delle imprese.

UTILE STRUMENTO PER STUDI E LAVORO
Il volume “Laureati e lavoro” valorizza, dunque, l’ampiezza e la ricchezza delle informazioni raccolte con le indagini mensili effettuate nel corso del 2020 e offre un utile strumento di supporto a coloro che devono facilitare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro, ai decisori istituzionali in materia di politiche formative, agli operatori della formazione a tutti i livelli. Può essere inoltre di valido aiuto agli studenti e alle loro famiglie nel momento della scelta del percorso formativo.

IL BALZO IN AVANTI DEI BIOLOGI
Ebbene, proprio alla luce della mole di dati raccolti nel corso dell’indagine, relativamente agli inserimenti lavorativi delle professioni e ad altri aspetti statistici, quello che più è balzato agli occhi è stato il grosso passo in avanti compiuto dai Biologi (Scienze Biologiche e Biotecnologiche) relativamente alle opportunità di lavoro nelle imprese balzate dalle 4.800 richieste del 2018 alle 6.200 del 2020.

Clicca qui per scaricare e leggere il lavoro